Francesca
Ci ha lasciato il giorno dopo il suo 20° compleanno (28 maggio 2009) la sua passione era sapere, conoscere e capire". Dopo la maturità, ottenuta con ottimi voti, al Liceo Classico V. Monti di Cesena, si è iscritta all'Università di Bologna alla Facoltà di Lettere e Filosofia e, nonostante il suo stato di salute ha frequentato tre lezioni e istaurato nuove amicizie. Dolce, solare, determinata, disponibile e solidale con tutti, dotata di una intelligenza vivace, ha affrontato la lunga malattia e le sofferenze con una speranza incrollabile sostenuta dalla fede, accettando e sopportando la fatica guardando oltre, sempre con il sorriso. Questo il suo grande esempio. Grazie Francesca!!

Francesca Fontana è una giovanissima ragazza nata e cresciuta a Pisignano di Cervia e scomparsa nel 2009 all'età di soli vent'anni.
Francesca è stato un esempio positivo della sua generazione ricca di valori e per investire sul patrimonio di cose buone che ci ha lasciato è stata costituita una associazione che porta il suo nome. Una giovane con un profondo senso di altruistica solidarietà.
Di Francesca vorremmo anche ricordare il suo sorriso, la sua voglia di vivere, il suo essere senza mezze misure, serena e felice di vivere una vita normale da ragazza universitaria e molto legata al valore dell'amicizia, amante della letteratura e del sapere, impegnata nel sociale.
Francesca aveva un suo Blog che si chiamava "la raganella che voleva volare" con quale dialogava e scriveva anche poesie firmandosi con lo pseudonimo di "callista". Le poesie sono utilizzate spesso nel giornale dell'associazione come valore positivo di Francesca. Un'altra bella esperienza che gli ha permesso di vivere bene quei momenti di sofferenza per la malattia che già pesantemente la segnava, è stata la presentazione del suo primo libro nel centro sociale di Pisignano alla presenza della sua gente, del sindaco di Cervia Roberto Zoffoli ma, soprattutto, alla presenza di Gianni Grandu, che per Francesca è stato colui che ha reso possibile questo suo sogno; trovando la Banca di Cesena come sponsor, mettendosi a curare l'impaginazione, la stampa e infine la pubblicazione del libro dal titolo "il mondo perduto" (scarica il libro) - (foto presentazione del libro). Tutto il ricavato di questo libro Francesca lo ha voluto donare alle parrocchie di Pisignano e Cannuzzo come segno di impegno di queste due comunità verso i giovani. La parrocchia di Cannuzzo, in seguito, ha voluto dedicargli come segno di riconoscimento, l'oratorio da poco ristrutturato e luogo di aggregazione dei giovani.

La sua frase preferita:

"la felicità non è avere tutto ciò che si desidera, ma desiderare tutto ciò che si ha"